Site image
Site image

LE MARCHE NEL PRIMO DOPOGUERRA

Monte Vidon Corrado, Teatro Comunale
Le Marche nel primo dopoguerra
Presentazione del volume curato da Massimo Papini
18 settembre 2010

 

Sabato 18 settembre alle ore 17,30 presso il Teatro Comunale di Monte Vidon Corrado sarà presentato il volume “Le Marche nel primo dopoguerra”, curato da Massimo Papini, direttore dell’Istituto Regionale per la Storia del Movimento di Liberazione nelle Marche. Il volume costituisce insieme gli atti del convegno “Primo dopoguerra nelle Marche”, tenutosi ad Ancona il 2-3 ottobre 2009, e il terzo tomo del progetto “Storia delle Marche nel XX secolo”, ideato e coordinato da Marco Severini dell’Università di Macerata.  In 17 saggi sono ricostruiti gli aspetti politici, civili, culturali e socio-economici del primo dopoguerra nelle Marche, con particolare attenzione all’avvento di nuovi interlocutori politici e al ruolo delle forze, gruppi e movimenti che posero fine alla breve stagione liberal-democratica e consentirono l’avvento del regime fascista. In particolare emergono i saggi di Augusto Ciuffetti sull’economia, di Ruggero Giacomini sui moti popolari del cosiddetto “biennio rosso”, di Annalisa Cegna sulle lotte contadine. Di notevole interesse anche gli studi sulle personalità femminili marchigiane di questo periodo storico proposto da Lidia Pupilli, il saggio sulle elezioni politiche di Marco Severini, quello sul pensiero di Rodolfo Mondolfo di Fabrizio Chiappetti, sulle lotte operaie e contadine nell’ascolano di Costantino di Sante, sulla classe imprenditoriale marchigiana curato da Roberto Giulianelli e il saggio sui rapporti tra stampa e politica di Paolo Bildrini.Completano la rassegna degli interventi le analisi sul fascismo di Massimo Papini e Carla Marcellini, sul futurismo in arte di Daniela Simoni – con particolare attenzione ad Osvaldo Licini e Ivo Pannaggi - e sull’associazionismo operaio in provincia di Macerata di Matteo Patracci. In conclusione, gli studi sulla situazione delle amministrazioni locali proposte da Matteo Patracci, Paolo Giovannini e Mario Frattesi. Dal quadro ricostruito nel volume le Marche si rivelano una regione molto meno marginale di quanto spesso si è portati a ritenere. Per la presentazione del volume a Monte Vidon Corrado interverranno l’assessore alla cultura della Provincia Buondonno, il sindaco Scorolli, i coautori Papini e Severini, Sergio Bugiardini dell’Università di Urbino e vicepresidente dell’Istituto Storia Fermo, Barbara Montesi dell’Università di Urbino, coordina Daniela Simoni, presidente del Centro Studi Osvaldo Licini.